SAAMA – Strategie di Accompagnamento all’Autonomia di Minori Accolti è realizzato da: Send, Associazione Arché, Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Marsala, Assistenti Sociali Senza Frontiere, CESIE, CIAI, Cooperativa Libera…mente, CPIA Agrigento, CPIA Palermo 2, Garante metropolitano per l’infanzia e l’adolescenza del Comune di Palermo, Libera Palermo, Moltivolti, Nottedoro.

Siamo un’alleanza di soggetti pubblici e del terzo settore, con esperienze nell’inclusione sociale, nell’accoglienza, nella formazione e nella creazione di reti.  Abbiamo messo a sistema le nostre risorse e competenze per dare opportunità a ragazzi e ragazze arrivati in Italia da minori migranti soli. 

AMBITI DI INTERVENTO E AZIONI:

Agiamo su tre ambiti di intervento, cui corrispondono diverse azioni:

 

La valorizzazione del capitale sociale e dei sistemi di rete territoriali

attraverso:

  • la condivisione dei risultati di una ricerca volta ad analizzare il capitale sociale dei minori migranti soli, con un focus sui fattori ambientali, giuridici, familiari che ne condizionano la costruzione;
  • la diffusione su altri territori della “Cartella sociale Harraga”, già realizzata nel Comune di Palermo: uno strumento digitale a disposizione delle amministrazioni locali che raccoglie tutte le informazioni e i percorsi di ogni minore favorendo la messa in rete e la cooperazione degli attori sociali;
  • la creazione di una rete di imprese accoglienti che tramite un’azione di sensibilizzazione assumano un ruolo attivo nei percorsi di apprendimento e inserimento lavorativo dei minori e dei neomaggiorenni coinvolti, come strumento di costruzione di una cultura inclusiva.
Il rafforzamento di una Politica attiva per il lavoro

rivolta in modo specifico a ragazzi e ragazze arrivati in Italia da migranti soli, attraverso: 

  • il supporto ai giovani talenti;
  • le attività di profilatura e orientamento individuali e di gruppo;
  • la facilitazione dell’incontro tra domanda e offerta nei settori lavorativi in cui i ragazzi hanno maturato competenze e formazione;
  • I tirocini formativi, di cui alcuni curriculari che prevedono la diffusione sul territorio di Agrigento della sperimentazione già avviata a Palermo di un’alternanza scuola/lavoro presso il CPIA dove i minori migranti conseguono la licenza media; 
  • la valutazione e validazione costante da parte dei partecipanti che permetterà di migliorare il funzionamento del sistema e dei servizi.
I percorsi di formazione e cittadinanza attiva per la comunità educante e per i giovani,

attraverso:

  • l’offerta di laboratori di formazione rivolti alla comunità educante;
  • la promozione di attività di sensibilizzazione del mondo giovanile tramite l’intervento nelle scuole;
  • l’avvio di cicli di laboratori, a Palermo e a Marsala, volti a favorire lo sviluppo di modelli di apprendimento non formale tramite momenti di socializzazione che rafforzino i loro legami sul territorio, per fare emergere, valorizzare e accrescere le competenze dei minori, anche grazie all’elaborazione per ogni partecipante di un portfolio delle competenze, strumento importante per favorire la consapevolezza di sé e l’inserimento nel tessuto sociale e produttivo, registrando le esperienze maturate e permettendone una traduzione in termini di saper fare.

LA RETE DELLE IMPRESE ACCOGLIENTI

Perché un progetto centrato sull’inserimento lavorativo?

Il lavoro rappresenta un tassello importante per ogni progetto di vita.
Lo è ancora di più per chi deve ricostruirsi una vita, da giovanissimo, in un paese sconosciuto. Oggi, dopo i recenti cambiamenti politici, sociali e legislativi, il lavoro riveste un ruolo vitale per il futuro dei minori migranti che arrivano da soli in Italia, perché diventa spesso l’unico strumento per continuare ad avere un permesso di soggiorno; perché rappresenta una fonte di sicurezza per loro stessi e, di conseguenza, per le nostre società.

Perché entrare a far parte della Rete delle Imprese accoglienti?

Entrare a fare parte della Rete delle Imprese Accoglienti è un’azione di responsabilità sociale per accompagnare all’autonomia tanti giovani che sono soli in Italia, per costruire una società di condivisione e sicurezza, per garantire il rispetto dei diritti ad ogni persona, per superare ogni forma di discriminazione.

Fare parte di questa Rete rappresenta anche un vantaggio ulteriore per le imprese che scelgono di inserirsi in questo percorso: tante esperienze già condotte dal nostro partenariato hanno dimostrato quanto l’inserimento lavorativo di giovani che provengono da altri paesi e hanno maturato esperienze e competenze differenti rappresenti un arricchimento per chi li accoglie.

L’esempio di
Ragazzi Harraga

Grazie al Progetto Ragazzi Harraga, che ha visto impegnati molti dei partner di SAAMA, in tre anni sono stati 80 i giovani a cui è stata offerta l’opportunità di svolgere un tirocinio presso aziende siciliane;

21 di loro adesso lavorano stabilmente.

L’esperienza si è rivelata molto positiva e gratificante sia per i ragazzi che per le aziende.

Entra a far parte delle Rete
di Imprese Accoglienti!

Contattaci

SAAMA è finanziato dal bando nazionale Never Alone 2018, “Verso l’autonomia di vita dei minori e giovani stranieri che arrivano in Italia soli”, promosso da Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione con il Sud, Enel Cuore, Fondazione CRT, Fondazione CRC, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Fondazione Peppino Vismara e J.P. Morgan, nell’ambito di Epim – European Program for Integration and Migration, e Ner Alone – Building our Future  with children and youth arriving in Europe. 

SAAMA si pone in continuità con il Progetto Ragazzi Harraga – Processi di inclusione sociale per minori migranti non accompagnati nella città di Palermo, finanziato dal primo bando nazionale Never Alone 2016, e mette a frutto, implementandoli e diffondendoli su altri territori, i risultati raggiunti nella città di Palermo grazie a quella esperienza.